Select the portion of text to clarify (80 words max)
Step 1 - N° 36

Meditation – Relaxation (part 4)

 If you want to listen to the audio format of this article, click here.

Page 1 of 8

Meditation is the most direct way to reach any goal of inner evolution that we set ourselves, including the evolution of higher mental capacities we want to achieve.To be able to practice good meditations, relaxation is the key.Relaxation is something we must learn and which we must not take for granted as if anyone could do it, because only very few actually manage to relax their body and mind with absolute simplicity.Indeed, it is believed that relaxation is something useless or trivial, while it is a complex technique instead, which is not easy to accomplish at all. Anyone who believes that relaxing means lying on the couch and falling asleep must face the harsh truth that when he wakes up from his nap, the same thoughts and problems will come back to his mind, just like before falling asleep.True relaxation is an art, it is a skill that must be developed: do not underestimate this fundamental point.To relax you must become present, whereas if you become absent as you usually do, you will continue to fall asleep just like everyone else does, then you will get that unconsciousness that is commonly exchanged for relaxation, but which is actually rest for your body, but not for your mind.In fact, relaxation is a much deeper technique, which allows you to heal your mind from problems that you could not even overcome by sleeping for days.Sleeping is good for sure, but if you could go to sleep consciously, then something would change in your life and you would develop skills that you can’t even imagine.Relaxation is a different type of concentration as it helps to let go yet remaining conscious, unlike when you simply fall asleep or when you chill out in front of the TV, when, even if the body is resting, the mind is losing itself in unconsciousness.

When you decide to go through a real relaxation, the present and conscious one, then your body will relax a lot more and will have greater benefits than when you simply throw yourself down on the couch to watch TV or fall asleep.Therefore, relaxation should not be confused with simple rest, because it can allow you to rest much better if you decide to do it consciously. As you may have noticed, during the guided meditation I ask you to breathe and concentrate on your breathing.This is something you never do, because usually,  just like everyone else, you breathe normally without putting consciousness into your breath.Let me be clear, the intent is not to acknowledge every single breath you take during the day, from morning to evening, but this does not prevent you from becoming aware of at least some of them, for example while you practice meditation.

Becoming conscious of one’s breath means becoming aware of an action that you always take without even realizing it, something that you do without deciding to do it.You just breathe, without asking yourself whether it is right or wrong, without doubting or hesitating because of insecurities, you take some air in and let it out, breathe some air in and breathe it out.It’s an action so simple and predictable that you don’t even realize you’re doing it. Just like breathing, there are so many other actions that you do every day with unconsciousness, and I am not referring only to your heart beating without you commanding it, or your eyes moving when you read the lines without asking them to move from left to right; there are so many other actions that you take every day and you don’t notice: the point is that some of them are harmful to yourself and / or have been manipulated by others so that you take them without even knowing it.It is not easy to grasp this concept, but to become aware of actions you take without realizing it will allow you to discover incredible situations in your life that you’d never noticed before, even though they have been happening for a very long time.You will be shocked.Meditation is meant to make you open up your eyes, making you see something you couldn’t notice before, even though it had always been standing right there in front of you.

Page 2 on 8

I’m not referring to paranormal events, I’m talking about events in your life that you didn’t acknowledge before or didn’t realize they were happening, only because you were too distracted by the little things that kept you from seeing all the others clearly.Therefore, it is very important to meditate by learning relaxation, which is the most difficult step ever: after learning that, it will be clear sailing to achieve all the rest.

For this reason, at least when you meditate, concentrate on your breathing, becoming present and conscious of every single breath; it’s something you never do, because you’re too used to just breathing, but now you need to focus firmly and decisively on each and every breath for at least a few minutes. At the beginning, relaxation might make you fall asleep, which is not a bad thing because it means that you’re starting to understand how to stretch your body and relax it properly, but you have to figure out if falling asleep is really your only purpose, or if you’d like to get something more out of meditation. If resting and sleeping well is your only goal, then there is no problem, you can meditate with the relaxation technique that I taught you in the first two sessions which leads you to achieve a better rest. There is nothing wrong with this: if this is your goal, it is right for you not to force yourself to do something against your own will. My advice is to read at least once the following articles, just out of curiosity, because you might as well find some good reasons to go further; then you will decide what to do and you will not have to feel under pressure or forced to do what you don’t feel like.

However, if your goal goes beyond simple relaxation and you want to wake up spiritually, then try not to fall asleep during meditation, release stress and let yourself reach that mental state where your body is heavy, relaxed at very high levels, but your mind is alert, active and very lucid. You may believe that not thinking is the hardest problem to overcome, but it is not so, as this will happen when you finally manage to relax deeply; the real obstacle to overcome is indeed managing to relax enough to reach a good non-thought. The point is that you are absolutely not used to relaxing with conscience, so it’s perfectly normal that it seems the most difficult thing to do, but you must not be discouraged, you just have to try, try and try again, without giving up. Relaxation is a sequence of victories, and not just only one, because when you finally learn how to relax you will realize that it is nothing compared to how much you might still be able to accomplish: then you will become very demanding with yourself because you will realize that you might rise up even higher if only you committed yourself. Sometimes it will almost seem like a never-ending climb, but this must not discourage you because you are simply looking in the wrong direction; instead of always looking up and thinking about how far you still have to go, concentrate on how far you’ve come already, looking down on where you were before you started this meditative journey and then you’ll realize that you’re standing at a much higher point now, so high that you hardly remember what it felt like to be so low.

At that point it will be much easier to decide to go ahead, because you will realize that you have already come a long way, but to acknowledge it every once in a while you will have to turn around, look down and notice the big difference. In the end it’s all here, non-thinking is the only obstacle because it is the only way to get you to reach your goals. Meditation must be understood, and the more effort you put into understanding how it can do so much, the more you will succeed in reaching higher levels. Relaxation and non-thought are also achieved thanks to visualization. At first it may seem like a contradiction, but through experience you will learn that you can visualize and then stay in non-thought immediately afterwards. Learning how to visualize will lead you to a deeper relaxation; by relaxing, you will be able to concentrate on chakras, reducing your thoughts, thus obtaining an excellent level of meditation. Since reaching a goal right away is not always easy and straightforward, sometimes you have to train yourself by focusing on your weak points.

Page 3 on 8

If you already knew how to keep the perfect non-thought, then it would be much faster to meditate on chakras in absolute non-thought without having to go through other techniques, but since you don’t know how to keep it, first of all you have to train your mind to succeed, step by step, and reach this level through visualization. It’s harder said than done.

Meditation allows us to be more and more conscious during our days. At the beginning, it might seem useful only for half an hour, while you are meditating, but it’s actually useful throughout the whole day, until you go to sleep, as well as throughout the night, allowing you to sleep more peacefully. Certainly, however, the next day you will have to meditate again if you want to extend its effectiveness, as sleeping brings a lot of unconsciousness and unfortunately reduces the effect of meditation until you reach a good, steady pace. For now I suggest you to get rhythm and meditate at least once a day, every day, trying not to miss any of them. It won’t be easy because you will notice how the errands will start to overlap, and this will specifically happen to keep you from meditating, hence you will have to be careful and spend your time properly, so that you can fit this thirty-minute session in your schedule, which will allow you to feel well for a very long time. After all, you are doing this for yourself and this must be an excellent motivation. If you could manage to meditate twice a day, it would be really great! Obviously you should try to improve your meditation by getting relaxation into your routine. Learning how to relax at your command is very important, because you can manage to achieve a beautiful, peaceful feeling even when you find yourself in annoying situations that would usually cause you serious trouble. To help you learn relaxation, and therefore meditation, we have recorded many guided versions to make it easier for you. There will be many approaches to meditation, but they will all deal with the same technique, teaching you different levels of relaxation that, in the end, will turn out to be key to better practice meditation on chakras, which I already taught you.

You might think that as we proceed with our lessons there will be more important techniques than the previous ones, which over time will become irrelevant; actually, all the levels already explained are fundamental to achieve a complete relaxation. Any mental state I taught you through the meditative sessions of the last articles and that I will teach you in the future, will be vital to reach perfection. There is nothing wrong with repeating the first levels even when you have reached higher stages, because you will have to remember that, if you’re there, it would be only thanks to the first steps you took. Sometimes going through the old steps again is remarkable to recall within us the motivation that will push us again to look straight ahead and decide to overcome obstacles that seemed too big. My goal is to introduce you to different stages of meditation, so we recorded also an audio format of our guided techniques, always using different voices, thus it will be easier to find the one that works best for you. When you feel ready, you can leave the vocal meditation to start meditating without a guide, learning to self-manage your session. However, there is no hurry, enjoy the guide for as long as you like. Certainly, if you put effort into the techniques you will be able to evolve your skills and improve your meditation more and more. We can start.

If you want to listen to the audio format of our guided Meditation, click here, then finish reading this article. Otherwise, follow the written guide step by step.

Sit back and relax.

 

Breath deeply.

 

Take a deep breath, breathing through your nose.

 

Breathe, expanding the belly and not the chest …

and keep on breathing from your belly throughout the whole meditation.

 

All around you there is a light, beautiful and relaxing …

 

there is nothing left … Except for the light that relaxes you …

 

This light makes you feel protected and comfortable.

 

Breathe the light inside of you, with deep conscious breaths …

 

your body starts to relax …

 

your attention shifts to the Chi chakra.

 

Imagine as if a very dense light began to enter your Chi …

 

place your fingers on your chakra …

 

and continue to imagine the dense light entering your chakra.

 

Focus on your physical sensation.

 

Don’t think of anything else, except the dense light entering your Chi …

 

breathe deeply … as if you could breathe directly from your chakra.

 

Take a deep breath directly from your Chi.

 

Feel your Chi zone stiffen.

 

From this moment … stop thinking at all  …

 

only feel the touch of your fingers.

 

Take it easy…. And keep the non-thought …

 

only feel your skin …

 

Breathe…. and shift your attention to your Plexus chakra.

 

Imagine … as if a dense, very white energy entered your Plexus …

making you feel good.

 

Place your fingers on it and keep on visualizing the bright energy entering.

 

Just like an endless flow, light enters your chakra.

 

Breathe prana from your Plexus …   and don’t think about anything.

 

Relax.

 

Now breathe from your chest … as if you could breathe the air in directly through your heart chakra.

 

Imagine the flow of dense light entering your heart chakra …

and feel your chest lighting up.

 

Feel satisfied, because you are meditating on your heart chakra.

 

Breathe prana from your Heart.

 

Don’t think about anything … just feel the physical touch.

 

Breathe and relax.

 

Let in hope and certainty … that everything will be fine … from now on.

 

Feel happy about this.

 

Breathe prana from your Heart …

 

 

and feel its beats … focus on them and nothing else.

 

Breathe deeply from your belly …

 

shift your attention to your mind chakra.

 

Imagine the flow of white energy entering your mind chakra …

 

place your fingers on it and relax your face.

 

Relax your eyebrows … your forehead …

 

Try to keep your face relaxed the whole time.

 

Breathe prana from your chakra …

 

and focus on the pressure of your mind chakra.

 

Breathe prana .

 

Feel as if something from the inside pushed against the skin outwards …

 

and feel your mind chakra swell.

 

Focus on your mind chakra and don’t think.

 

Now feel as if it were pushing inwards …

 

and focus only on your touch.

 

Breathe deeply from your belly …

 

shift your attention to your Crown chakra.

 

Imagine a flow of white light, very dense, entering your crown.

 

Feel protected by this white light, feel as if it was cleaning you up.

 

Touch your crown chakra and stay focused.

 

Feel the light coming in … and relax.

 

Breathe deeply from your Crown …

 

and don’t think about anything.

 

Remove your fingers from your chakra and relax your arms, loosen them and place them on your legs.

 

Stay focused on your Crown, as if you were still touching it.

 

Breathe prana from your Crown.

 

 

When you feel like the time is right … breathe deeply and finish the meditation.

 

Through this meditation session I made you experience a new relaxing sensation, which consists in imagining a flow of dense energy entering your body. This will allow you to absorb larger amounts of energy thanks to the way you let it in, thus allowing it to clean you up inside. Besides, I pointed out a physical sensation that you probably hadn’t noticed before, which is the mind chakra that tends to push energy more intensely than the others, as if it wanted to shed a light on its abilities. This is very important and the more you meditate, the more you will realize that your mind chakra can become very powerful. Give it the time it needs to evolve and it will amaze you. Perhaps, after meditation, your mind chakra could be a little annoying: this happens because it is expanding to contain all the new energy that you are absorbing. Be patient, it won’t last that long; soon the annoyance will disappear, because your chakra will get used to its own development. Keep meditating, day after day, so the well-being will get deeper and deeper.

End of page 8 on 8. If you liked the article, comment below to describe your feelings while reading or practicing the proposed technique.

This document is the translation of the original article (https://www.accademiadicoscienzadimensionale.com/archives/4891) on the Dimensional Consciousness Academy website.

1492 comments
  • Leonella - 05:57 08/06/24

    Non è semplice stare nel non pensiero, e comincio sempre più a notare cosa arriva di esterno o interno proprio mentre meritiamo. Anche se si medita in piena notte accade qualcosa...nonostante ciò, e nonostante io sappia che ancora le mie meditazioni non sono completamente nel non pensiero, riscontro i cambiamenti nella mia vita, in positivo. Grazie!

  • maddalenad - 00:10 06/06/24

    Sono tornata a questo articolo e relativa meditazione a distanza di più di un mese da quando l'avevo praticata perché nel frattempo ho utilizzato altre versioni di meditazione in non pensiero sui chakra. Sono soddisfatta dei miglioramenti che ho riscontrato in poche settimane: mi sono resa conto infatti che rispetto all'ultima volta ho avvertito un più profondo rilassamento con percezione dei chakra, cosa che a dire il vero in precedenza non avevo ancora potuto sperimentare. Il mio problema non è visualizzare, ma rilassarmi a livello muscolare perché mi accorgo che ho sempre qualche tensione dovuta alla postura con conseguente fatica a stare in non pensiero. Questa volta tutto diverso e sono davvero molto soddisfatta! Grazie di cuore

  • nike Medaglia per aver completato lo Step 1 - 15:20 05/06/24

    Forse una delle sensazioni più condivise tra noi praticanti è quella dell infinita dell evoluzione, di come sembra una montagna enorme e invalicabile a piccoli passi, invece è sensazionale poi guardarsi indietro e rendersi conto che i passi non sono proprio cosi piccoli come si pensa. Questo capitolo è l introduzione alla tecnica di meditazione sui 5 chakra principali in non pensiero con susseguente tecnica che uso quotidianamente per le mie meditazioni l, questa tecnica ci invita a concentrarsi su un rilassamento più profondo di quello provato nella prima meditazione sui 5 chakra presentataci in acd e ci invita a concentrarci su nuove sensazioni fisiche. Devo dire che mi trovo molto bene con questa cassetta audio, nonostante quella precedente mi rilassasse di più, quindi ogni tanto passo abche a intercambiarle. In questo capitolo poi si parla anche del respiro e di quanto esso sia importante per un profondo rilassamento e in toto una migliore meditazione, ma non solo, infatti può diventare strumento di consapevolezza nelle ore in cui non e nel low

  • bethelight - 13:20 02/06/24

    Guardare i progressi già fatti è davvero importante e purtroppo si tende a non fare. Ti fa rendere conto che se sei riuscito a superare tutti quegli ostacoli ed arrivare fin qui, sei in grado di superarne ancora, di migliorare ed ottenere sempre più! La cosa che mi stupì quando feci per la prima volta questa tecnica meditativa fu che le sensazioni descritte del percepire i chakra le provai spontaneamente nelle primissime meditazioni, fu una conferma ed una prova bellissima per me! Il chakra mente era quello che ogni tanto mi provocava fastidi e tensioni, ma andando avanti mi resi conto di sentirlo delle volte anche più forte degli altri!

  • Sciamano - 18:42 01/06/24

    E' proprio vero che "non c'è nulla di male nel ripetere i primi livelli anche quando avrai raggiunto quelli superiori" perché ogni volta è un continuo scoprire cose che prima non avevi notato, e questa sessione per me è stata proprio così. Mi sono accorto di un qualcosa sulla respirazione che prima trascuravo e che ora rappresenta un punto sul quale lavorare e ottenere il migliore rilassamento possibile soprattutto in questi tempi dove il continuo bombardamento della tecnologia rende difficile farlo. In questa tecnica si approfondisce maggiormente uno dei punti fermi della tecnica di meditazione, ovvero la respirazione cosciente che è la chiave per ottenere il rilassamento aspetto fondamentale per svolgere una sessione di meditazione di qualità, perché non tutte le meditazioni sono uguali e la profondità che si può raggiungere ad ogni sessione non ha limite. Grazie Angel❤️

  • lararock - 19:30 29/05/24

    E' verissimo, rilassarsi è molto difficile e me ne sono resa conto ascoltando la voce guidata delle meditazioni, quando ripete più volte di rilassare il volto, mi rendo conto che dalla prima volta che lo dice, la seconda non sono già più rilassata. Non conosciamo veramente questa parola nel vero senso del termine poiché banalmente pensiamo di farlo svagandoci o riposandoci. Soprattutto direi che è ancora più difficile il rilassamento della mente, la meditazione guidata per me è un inizio molto buono perché concentrandomi sulla voce evito di perdermi nei pensieri, anche se è ugualmente impegnativo.

  • gilberto Medaglia per aver completato lo Step 1 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 7 Medaglia per aver completato il libro Il Sigillo delle Vite Passate - Vol. 1 - 11:28 29/05/24

    Il rilassamento è fondamentale. Anche durante un massaggio. Ci sono persone che non riescono a rilassarsi da sole. Se dici loro di rilassarsi, le vedi che si contraggono, tirano i muscoli, non hanno idea di cosa significhi. Sta al massaggiatore con il suo tocco ad allenatre la tensione, e alla fine spesso si addormentano. Qui invece, lo scopo non è arrivare al rilassamento del solo corpo, ma a quello della mente, e non è così ovvio come potremmo pensare. La Meditazione è più efficace se entriamo in un buono stato di rilassamento. Più è profondo il rilassamento, meglio sarà la Meditazione, però senza addormentarsi. Col rilassamento profondo raggiungiamo anche uno stato di silenzio mentale. Una posizione comoda è un fattore che può influenzare il rilassamento e la sua profondità... troppo comoda può portare ad addormentarsi, troppo scomoda porterà inevitabilmente a deconcentrarci, a muoverci, a perdere passaggi, e a non seguire ciò che dovremmo fare. Non tutti sono in grado di mantenere certe posizioni per problemi fisici, o altro, perciò è bene che troviamo la posizione migliore per noi stessi, che ci permetta di rilassarci e di meditare senza grosse difficoltà. Nel mio caso, grazie alla conformazione deformata della mia schiena, ho poche possibilità di scelta. Ognuno deve vedere la propria situazione. All'inizio possiamo avere anche difficoltà a mantenere un braccio sollevato per poter posare le dita sui Chakra, in particolare quello della Mente (mio caso). Bisogna andare avanti, allenarsi, praticare, e sicuramente un giorno tutto andrà liscio e la posizione o il braccio non creeranno più fastidi, anche perché ci si augura (non sarà per tutti), che un giorno saremo abbastanza avanzati da sentire perfettamente i nostri Chakra, di restare in silenzio mentale assoluto, di essere in grado di eseguire altre tecniche, eccetera. Per ora (parlo di me), è bene seguire tutti i passaggi suggeriti da Angel, senza tralasciarne alcuno. Lei sa, noi no. Grazie Angel!

  • caiocaio Medaglia per aver completato lo Step 1 per la 2ª volta - 22:21 28/05/24

    Per compiere un'ottima meditazione il rilassamento è fondamentale. Molte volte, ingenuamente, reputo non fondamentale il rilassamento. Mi concedo sempre qualche minuto prima di iniziare il mix o le tracce audio, minuti che dedico totalmente al non pensiero e al rilassamento. Talvolta i pensieri affiorano esageratamente e non riesco a spazzarli via e quindi quei minuti finiscono e rinuncio a quella parte così bella ma allo stesso tempo difficile. Il più delle volte, però, sento dentro di me quella voglia di meditare incontrollabile, in questi casi non sento nemmeno minimamente la presenza del Low, lo sento proprio distante e guarda caso il rilassamento iniziale funziona e continua per tutta la durata della meditazione. Per quanto riguarda la parola stessa "rilassamento" viene sempre usata nei modi più sbagliati. Sento dire spesso "vado a rilassarmi", inteso come "vado nel letto a svagarmi" o nel divano a guardare la tv. Ma quello è appunto uno svago, un momento in cui ci si stacca dai problemi e ci si concede un attimino per fare un qualcosa di diverso e che in qualche modo ci può intrattenere, ma non si può chiamare rilassamento perché esso è molto più profondo e molto più difficile da ottenere. La traccia audio non mi fa oltremodo impazzire onestamente, le prime volte è fondamentale per capire quali passaggi precisamente bisogna seguire, poi secondo me il tutto viene più naturale e meno pensato e le parole possono solo che distrarre. Niente da dire alla voce o all'intonazione delle parole perché per quello è ottimo! (si, commento ogni cosa possibile xd)

  • maria-paola Medaglia per aver completato lo Step 1 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 7 - 16:43 27/05/24

    E' vero il rilassamento non bisogna darlo per scontato. Riascolto questa tecnica molto volentieri perchè mi capita spesso durante la Meditazione di ritrovarmi contratta, allora mi sforzo di rilassarmi. Bisogna sempre rileggere questi articoli che sono alla base delle tecniche della Meditazione. Il respiro della Prana oltre a rilassami mi aiuta anche nel Non Pensiero, è come se scacciasse i pensieri che si accendono quando mediti. Mi concentro sulla respirazione e sul suono del respiro tendo basso il volume delle cuffiette, diventa quasi ipnotico, però resto sempre cosciente che sono in meditazione e soprattutto attenta ai Chakra, ho il terrore di andare troppo in profondità e addormentarmi.

  • sole15 - 14:08 27/05/24

    Ogni volta che non pratico la tecnica di rilassamento, lo dò per scontato, come se tutto sommato non ce ne fosse bisogno, in quanto la meditazione in sé rilassa già. Quando poi capita che lo rimetto in pratica seriamente, perché magari comincio ad avere la testa piena di pensieri che non riesco a cacciare, ecco che fa la sua 'magia'. I pensieri diminuiscono, ho più lucidità mentale durante il giorno e le meditazioni sono migliori, tanto che mi domando perchè non lo faccio sempre. Il low col tempo fa dimenticare i benefici di ogni tecnica, fino a farti credere di essere a un livello bassissimo.

  • FeBo - 14:41 26/05/24

    Verissimo... Il rilassamento é un'arte! Abbiamo finora avuto un'idea totalmente errata di rilassamento, legata solamente al lato fisico! Il vero rilassamento è semplicemente il momneto in cui ti concedi di stare on te stessi di connetterti con il tuo io piu profondo... Se non ci fosse il low e la routine quotidiana il rilassamento sarebbe semplicemente il tutto! Piu si pratica con coscenza piu tutto assume un sapore diverso e tutto diventa piu accessibile! Concordo pienamente con quanto detto a fine articolo... La meditaizone qui proposta mette in luce altri aspetti rispetto alla precedente sui chakra. La sensazione che avevo riguardo il chakra della mente che a tratti sembra rientrare o uscire fuori dalla fronte la collegavo molto al fatto che tenevo le dita appoggiate appunto sulla fronte: pensavo che tale sensazione fosse dovuta in parte al tocco delle dita, invece è semplicemente il chakra che si ingrossa... Tutto ciò è qualcosa di meraviglioso!

  • paolino - 17:53 17/05/24

    Davvero integrante questa meditazione; fa rilassare molto di più e fa assorbire molta più energia . E' vero che la testa la sento un pò pesante , ma poi mi passa subito! La adotterò per tanto tempo perchè mi fà stare bene ! con questa respirazione, aiuta a mantenere il non pensiero e ad essere coscienti; la visualizzazione ti concentra sul chakra e ti fà ottenere un ottimo rilassamento , fino a risanare la mente e ad avere un pò più di controllo sui pensieri e sulle azioni

  • Francesca67 - 12:23 08/05/24

    Arrivata a questo step è già circa un mese o poco più che medito tutti i giorni con le meditazione insegnate qui in accademia. A volte sento di riuscire a rilassarmi un pò più facilmente ma la maggior parte delle volte trovo ancora molto difficile "non pensare più a niente" per quanto mi sforzi la mia mente si affolla di pensieri non lasciandomi tregua. Visualizzare la luce è anche molto difficile per me, ma decisamente mi aiuta insieme al tocco delle dita sui chakra a concentrarmi sulla meditazione e non su altro...ultimamente sento principalmente il chakra della mente e il plesso, come se su questi due chakra mi venisse più facile meditare ed effettivamente percepire le sensazioni fisiche.

  • Pablo.B - 22:54 04/05/24

    Bellissima meditazione, il rilassamento è la chiave del vero risveglio, con questa specifica tecnica, ricarichiamo i nostri chakra con l'energia di luce ,affinché possiamo usufruire dei loro benefici

  • Cosmic Feather Medaglia per aver completato lo Step 1 per la 3ª volta Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 1 per la 2ª volta Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 4 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 5 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 6 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 7 Medaglia per aver completato il libro Il Sigillo delle Vite Passate - Vol. 1 - 19:28 01/05/24

    È proprio vero che il rilassamento è la chiave di tutto e anche il passaggio che più viene sottovalutato nonostante sia quello più importante. Imparando a rilassarsi si ottiene anche un miglior non pensiero dato che i due vanno a braccetto. Inoltre ho notato anch'io come la visualizzazione incrementi il rilassamento nonostante possa sembrare un controsenso. Desidero approfondire il mio rilassamento e la mia capacità di visualizzare ripassandomi questi bellissimi articoli che sono il pilastro per una pratica decisa e potente.