Select the portion of text to clarify
Step 1 - N° 35

Questions about Meditation – Get rid of expectations and of what you thought you knew (Part 3)

1372 comments
  • nike - 14:19 22/02/24

    È molto bello notare la pazienza con cui Angel risponde a noi novizi haha in più alcune domande a dire il vero è stato utile sentirle anche per me

  • Cosmic Feather Medaglia per aver completato lo Step 1 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 1 per la 2ª volta Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 4 Medaglia per aver completato il libro Prendiamo Coscienza degli ALIENI - Vol. 5 - 17:54 21/02/24

    Lezione molto bella. Si evince l'amore che Angel ha per ciò che insegna e per i suoi studenti, togliendo ogni dubbio e ossessione dalle nostre menti che purtroppo spesso ci mandano fuori strada quando in realtà ci si dovrebbe solo rilassare, concentrarsi sui chakra e assorbire energia. È come se la mente dovesse complicare tutto e trasformare anche ciò che dovrebbe essere rilassante e semplice in qualcosa di difficoltoso e stressante. Mi piacciono sempre tanto le lezioni di questo tipo perché vengono sempre risolti dubbi che rivedo negli studenti che fanno le domande, facendomi comprendere che non sono il solo e non sono un caso perso, ma c'è solo bisogno di miglioramento attraverso la pratica e dunque di prendere coscienza degli errori che svolgo, perché finché non me ne rendo conto continuerò a ripeterli. Infatti le lezioni mi aiutano proprio in questo, ovvero a prendere consapevolezza di dove sbaglio così da potermi correggere.

  • Martina - 10:29 19/02/24

    Le sessioni di meditazione non sono sempre tutte uguali e a volte affronto periodi nei quali il Low si fa sentire di più… é più pensante… ma con costanza medito comunque anche se la concentrazione faccio più fatica a mantenerla…. Però ho trovato una soluzione bellissima: prima di qualsiasi meditazione ripulisco la mia energia e poi mi dedico alla meditazione… sono completamente rilassata e sento la Prana dentro di me che mi illumina! E così riesco a trovare la concentrazione e a mantenerla veramente tanto tanto di più! In più rileggere gli articoli di domanda e risposta dove Angel mette chiarezza sui dubbi, lo trovo estremamente utile! Perché é vero, non si può mai pensare di averla vinta sul Low, perché lui é sempre lí… in agguato… come se aspettasse ogni nostra piccola debolezza mentale! É utile rileggere questi articoli perché si riacquisisce la sicurezza di muoversi nel modo giusto e di confrontarsi con altri studenti! Grazie!

  • anlura - 07:36 16/02/24

    Sempre molto istruttive queste sessioni ,domanda e risposta, si trovano sempre spunti e miglioramenti che a volte si dava per scontato o che non si consceva affatto.

  • loredanatesta - 21:09 15/02/24

    Come mi piace il modo di affrontare le risposte di Angel, la sua coerenza, la sua fermezza e la sua chiarezza sono incantevoli

  • talea - 20:25 15/02/24

    Ho trovato utilissimo questo articolo perché mi ha dato risposte a domande che ancora non mi ero fatta. Grazie ad Angel per riuscire ad essere così rassicurante e motivante; le sue risposte sono sempre gentili e chiare, facendo percepire facile e naturale ogni cosa. La meditazione è una pratica che va sperimentata con costanza per poterne sentire gli effetti e l'Accademia offre sempre tutti gli strumenti per superare le difficoltà e applicarsi al meglio. La meditazione sui chakra porta molto beneficio, anche se ancora richiede molto impegno da parte mia. Mi auguro di migliorare sempre di più. Grazie, a tutto lo staff.

  • manuela3 - 18:38 15/02/24

    La meditazione è qualcosa di straordinario e di veramente risolutivo per l’anima e per il corpo. Il problema per molte persone è che non sono consapevoli di questo e quindi tralasciano questa meravigliosa tecnica solo per pigrizia o per mancanza di volontà.peccato!

  • alex2406 - 22:52 14/02/24

    Penso che questo articolo sia davvero molto importante, non solamente perché risolve numerosi dubbi che possono sorgere in merito alla meditazione ma anche perché ci fa capire una cosa: meditare in realtà è molto meno complicato di quello che pensiamo. Anzi, spesso siamo proprio noi che ci facciamo troppi problemi anche dove non c'è sono: che sia per colpa del low o che sia per colpa di informazioni sbagliate di cui siamo venuti a conoscenza in precedenza, il risultato è sempre solo uno: ci facciamo troppi problemi quando in realtà anche la meditazione stessa ha tra gli obiettivi proprio quello di semplificarci la vita togliendoci numerosi pesi che intralciano la nostra quotidianità. Seguendo con costanza la tecnica insegnata da Angel, i miglioramenti non tarderanno ad arrivare.

  • klaudia - 18:26 13/02/24

    Sono assolutamente d'accordo quando Angel dice che anche la stanchezza ha un limite, se vuoi davvero meditare alla fine lo fai anche alla fine di una lunga giornata, anche togliendoti un po' di sonno. Come anche i problemi fisici non diventano un problema in meditazione perché la forte motivazione che ti porta a praticare tutti i giorni permette di sopportarli o a metterli da parte. I nostri limiti fisici non possono ostacolare un'evoluzione voluta fortemente, all'inizio sembrava difficile addirittura stare per mezz'ora seduta immobile poi ti dimentichi di alzarti perché vorresti meditare di più. Certo alcuni problemi fisici non permettono a tutti, ad esempio, di stare in una certa posizione, ma quando si riesce a centrare la concentrazione in altre posizioni ecco che anche questo limite si supera. L'intento è il motore, per il resto si tratta di dettagli. Grazie!

  • raffaella83 - 12:00 11/02/24

    Mi piacere leggere e ritornare sulle Q&A di ACD, ti consentono, non solo di ripassare gli argomenti affrontati negli Step, ma anche di approfondire dei punti o chiarire dubbi. Per esempio suull'importanza di meditare in non pensiero senza immaginare e non pensare ai colori o simboli dei vari Chakra. Inoltre, rileggendo le domande in questo spazio, ho acquisito un nuovo elemento da aggiungere alle mie meditazioni: meditare e praticare le tecniche sono due cose diverse ed è importante anche la posizione con cui le si praticano. Per esempio la meditazione è preferibile farla in mezzo loto, in modo da poter percepire se l'energia che scorre fluida o si blocca. Quella da sdraiata è più utile per il viaggio astrale perché consente più facilmente alla sonda energetica di uscire dal corpo. GrazieAngele e ACD, grazie a voi sto acquisendo nuive consapevolezze e miglioramenti, grazie anche alle tutor che rispondono alle domande sempre interessanri e stimolanti della mia classe. ❤

  • sarag - 11:33 07/02/24

    Sono utilissime queste lezioni perché puntualizzano dettagli che spesso si danno per scontati. Mi era sfuggito, ad esempio, che il richiamo di energia bianca pranica, escludesse totalmente l’assorbimento di energie di altri colori. Per fortuna, praticando la meditazione non ho mai avuto timori o aspettative negative come altri miei compagni. Invece, quasi sempre desidero raggiungere risultati elevati, di vedere “attivate” le mie capacità psichiche e, da quanto leggo, forse questo è proprio il motivo per cui non ho ancora raggiunto alcun obiettivo.

  • gabi - 09:08 07/02/24

    Domande che all'inizio ci siamo fatti tutti!! Ottime risposte Angel, mi piace la determinazione che usi quando rispondi alle domande. Grazie 🙏🏻

  • Mattheo - 08:58 07/02/24

    Quando pratico le tecniche di questo percorso sento un grande beneficio mi fanno proprio stare bene e con questo capisco che oltre le tante informazioni condivise c’è grande sostanza. Grazie

  • unmanny 🐾 Medaglia per aver completato lo Step 1 - 11:06 06/02/24

    Rilassamento, presa di coscienza, evoluzione - oltre a un generale miglioramento del benessere psico-fisico - sono gli obiettivi raggiungibili con una pratica di meditazione costante. È possibile praticare da sdraiati, ma la posizione migliore è quella del mezzo loto, sia perché ci permette di mantenerci svegli e sia perché permette un maggior accumulo di energia. Oltre a questo sarebbe preferibile la respirazione di tipo diaframmatico, che permette un maggior apporto di aria e il raggiungimento di rilassamento migliore.

  • deb - 07:37 06/02/24

    La differenza con gli altri percorsi spirituali si nota subito già dalla prima lettura e dalla prima tecnica. Si nota già dal fatto che c'è talmente tanta conoscenza ed esperienza personale tra gli articoli, per di più gratuita, che non c'è veramente paragone con nient'altro al mondo. Anch'io avevo provato altre meditazioni in passato senza sentire assolutamente niente e invece qua è bastata una sola volta di prova che non mi ha più fatto abbandonare ACD e sto sperimentando sulla mia pelle tutti i benefici della Meditazione e delle tecniche. Soprattutto anche il mio modo di pensare e reagire sta cambiando prova del fatto che sto abbandonando i vecchi programmi energetici per poter diventare chi sono davvero. Non ringrazierò mai abbastanza, grazie🩵